lo staff

Sintesi fra editoria e self-publishing unipede riattualizza l’epoca della bottega artistica. La letteratura di ricerca si fonde con la pratica di un artigianato tecnologico. Il gruppo che lavora attorno a unipede costituisce la coralità progettante della bottega.

Una bottega virtuale fondata sul digitale non ha i pesi del regno della carta né i vincoli editoriali. La distribuzione agisce spazi ubiqui, i territori sono saggiati in un link. Con il racconto Diary of a Constraint si avvia la collaborazione con la traduttrice statunitense Judith Rust.

Ben oltre il comune correttore di bozze, l’intervento costante di Lorenzo Muzzi è da oltre un decennio parte appassionata e indispensabile di quella messa a punto basata sul rispetto e sulla conoscenza della lingua eccedente di unipede.

L’autonomia di una bottega letteraria è tutt’altro che autosufficienza: è un creare a più livelli di interazione. Unipede opera in seno alla speciazione culturale in atto nel nuovo millennio. Nascono lavori interconnessi all’ebook. E’ il campo sociale stesso ad ampliarsi attraverso il venditore della bottega. Il suo raggio d’azione è sia l’online che il territorio.

Si tratta di un’informatica praticata nel segno della nuova era digitale. E’ una gestione creativa fin dall’interfaccia grafica. Il download degli ebook di unipede costituisce l’esemplificazione di un lavoro sul dettaglio fatto in direzione di chi muove i primi passi nel mondo delle nuove economie, rendendo semplice e sicura la fruizione.

cerchia-base

Ogni unipede passa attraverso occhi fidati. Una cerchia di artisti e non solo vi trova ristoro e approfondimento; ne suscita a sua volta le espansioni. La fedeltà al proprio dettato è la garanzia che unipede offre alla sua base.

i social

La bottega è coinvolta nelle nuove relazionalità. Il social network è esplorazione di moduli volti sia alla singolarizzazione sia alla capillarizzazione dei messaggi. L’utopia di unipede, al di là di ogni teoria della previsione, si sviluppa entro gli spazi imprevedibili di nicchie e di singoli. Le leggi del desiderio rendono plausibili i nuovi avvenimenti.

Scroll to Top